Differenze morfologiche tra esemplari:
I maschi hanno una corporatura più esile e slanciata rispetto alle femmine inoltre vi è la presenza di strisce gialle, rosse e nere sulla pinna anale che risulta leggermente convessa.
Comportamento in habitat naturale:
Questo piccolo rappresentante della famiglia degli alestidi è presente specialmente nella zona occidentale delle acque africane ed è maggiormente diffuso da Lagos fino al delta del Niger. Si tratta di un pacifico pesce di schiera che vive in gruppi piuttosto numerosi prediligendo acque calme ricche di vegetazione, la dieta è costituita principalmente da insetti e piccoli invertebrati. In acquariofilia il Arnoldichthys spilopterus è discretamente diffuso mentre purtroppo in natura si trova a rischio di estinzione a causa dell'inquinamento, della deforestazione e della pesca, questi tre elementi stanno modificando drasticamente l'habitat originario di questa ed altre specie riducendo così i luoghi dove questo pesce può prosperare, tutti gli esemplari presenti in commercio sono comunque frutto di allevamento.
Comportamento in acquario:
Per allevare questo pacifico e vivace pesce occorre introdurre un gruppo di circa una decina di esemplari in un acquario di medie dimensioni arredato con qualche radice sommersa, fondo di ghiaia scura, una buona presenza di vegetazione e ampio spazio per il nuoto. Il Arnoldichthys spilopterus è indicato per l'acquario di comunità a patto di non associarlo a specie troppo timide.
Alimentazione in acquario:
cibo secco e congelato(gamberetti, mysis, chironomus, dafnie).
La riproduzione:
La femmina ed il maschio rilasciano simultaneamente uova(circa un migliaio per ogni femmina)e sperma che si andranno a depositare sul fondale dove saranno abbandonate al loro destino in quanto i genitori si disinteresseranno delle uova e addirittura se ne ciberanno se riusciranno ad individuarle sul substrato. Per questo motivo una volta deposte le uova gli adulti dovrebbero essere spostati in un'altra vasca per consentire alle uova di schiudersi ed agli avannotti di svilupparsi senza essere predati. Le uova si schiuderanno dopo circa 30-36 ore dalla fecondazione e gli avannotti dopo una settimana saranno completamente autosufficienti, per l'accrescimento dei piccoli è necessario somministrare naupli di artemia e cibo micronizzato.

Informazioni utili

dimensioni min vasca:
100x45x45
numero min di esemplari:
8
coppia formata:
no
taglia max in acquario:
10
dimorfismo sessuale:
si
riproduzione:
Oviparo
livelli di nuoto:
Medio
ph:
6-7,5
aggressività v/conspecifici:
Poco aggressivo
temperamenti v/coinquilini:
Poco aggressivo
difficoltà di allevamento:
1
tipologie acqua:
Dolce
regimi alimentari:
Onnivoro
famiglia:
Alestidi
durezza acqua:
Media
livelli di temperatura:
22-28