Differenze morfologiche tra esemplari:
I maschi hanno le pinne più pigmentate rispetto alle femmine che risultano più sbiadite e massicce(specialmente prima della deposizione).
Comportamento in habitat naturale:
Questo singolare caracide proviene dalle grotte e dai fiumi sotterranei del Messico dove la costante assenza di luce ha portato gli occhi all'atrofizzazione, infatti negli avannotti gli occhi sono presenti e normalmente sviluppati ma nel corso della crescita subiscono un processo di atrofizzazione e vengono ricoperti da una spessa membrana. In assenza della vista questo pesce ha sviluppato in modo sensibile l'olfatto e la percezione mediante la linea laterale, questi sensi permettono al Astyanax jordani di evitare ostacoli e trovare il cibo nella più completa oscurità. Si tratta di un pesce robusto, pacifico che si muove in gruppo, in natura è a rischio di estinzione ed è quindi inserito nella lista delle specie protette, gli esemplari presenti nei negozi di acquariofilia sono tutti di allevamento. Fino a qualche tempo fa si pensava che questo caracide fosse una sottospecie dello Astyanax Mexicanus(tetra messicano)che vive nelle acque superficiali ma ora questa è diventata a tutti gli effetti una specie a se stante.
Comportamento in acquario:
Per ospitare al meglio il Astyanax jordani vista la sua particolarità occorrerebbe introdurlo in una vasca mono-specifica arredata con fondo di ghiaia scura ed illuminazione scarsa o addirittura assente, vista la sua natura gregaria si dovrebbero inserire almeno 5-6 esemplari. L'indole pacifica fa sì che si possa inserire questo caracide in un acquario di comunità anche se è bene ricordare che con l'avanzare dell'età il suo carattere potrebbe diventare scorbutico ed eventuali pesci muniti di pinne particolarmente sviluppate e fragili potrebbero subire morsi da parte dell'Astyanax jordani.
Alimentazione in acquario:
cibo secco e congelato(gamberetti, mysis, krill).
La riproduzione:
La femmina ed il maschio rilasciano simultaneamente uova e sperma che si andranno a depositare sul fondale dove saranno abbandonate al loro destino in quanto i genitori si disinteresseranno delle uova e addirittura se ne ciberanno se riusciranno ad individuarle sul substrato. Per questo motivo una volta deposte le uova gli adulti dovrebbero essere spostati in un'altra vasca per consentire alle uova di schiudersi ed agli avannotti di svilupparsi senza essere predati. Per l'accrescimento dei piccoli è necessario somministrare naupli di artemia e cibo micronizzato.

Informazioni utili

dimensioni min vasca:
80x45x45
numero min di esemplari:
6
coppia formata:
no
taglia max in acquario:
10
dimorfismo sessuale:
si
riproduzione:
Oviparo
livelli di nuoto:
Medio-basso
ph:
6,5-7,8
aggressività v/conspecifici:
Poco aggressivo
temperamenti v/coinquilini:
Poco aggressivo
difficoltà di allevamento:
1
tipologie acqua:
Dolce
regimi alimentari:
Onnivoro
famiglia:
Caracidi
durezza acqua:
Dura
livelli di temperatura:
19-25