Comportamento in habitat naturale:
Esistono tre differenti varietà di cyphotilapia: la “frontosa” proveniente principalmente da Kigoma in Tanzania, la “gibberosa” che popola le acque a sud del lago tra Kilewa Bay in Congo e Myaco in Tanzania e la varietà “North” che abita la parte più settentrionale del lago; la differenza più evidente tra la varietà “frontosa” e le altre due sta nel fatto che la “frontosa” presenta sette evidenti fasce scure che attraversano il corpo verticalmente mentre nelle altre due le fasce sono solo sei. Si tratta di un ciclide che si ciba principalmente di piccoli pesci ed invertebrati, vive ad una profondità che può variare dalla poche decine di metri degli esemplari giovani fino al centinaio di metri degli esemplari adulti. Vive in piccoli gruppi in ambiente roccioso.
Comportamento in acquario:
Per ospitare al meglio questo splendido ciclide occorre introdurlo in una vasca molto grande tenendo conto della sua taglia finale e del fatto che partendo da un gruppetto di una decina di esemplari si possono ottenere ottimi risultati. L'arredamento della vasca dovrebbe prevedere fono di sabbia non troppo chiara e qualche formazione rocciosa con anfratti abbastanza grandi da permettere il passaggio degli esemplari una volta adulti, essendo un pesce che vive in profondità l'illuminazione non dovrebbe essere troppo intensa. Come coinquilini sarebbe preferibile introdurre ciclidi del genere altolamprologus o le specie più grandi del genere neolamprologus in quanto tutto quello che riesce a passare nella bocca per il cyphotilapia frontosa è considerato cibo.
Alimentazione in acquario:
cibo secco e congelato(gamberetti, tubiflex, chironomus)piccoli pesci.
La riproduzione:
La maturità sessuale per questa specie avviene dal terzo-quarto anno di vita quindi bisogna armarsi di tanta pazienza! L'atto riproduttivo non è così evidente come in altre specie, il maschio rilascia il suo sperma in un'area appartata mostrando successivamente alla femmina la zona, la femmina rilascerà l'uovo in un primo passaggio e successivamente con un altro passaggio riprenderà in bocca l'uovo già fertilizzato ripetendo poi la manovra in base al numero di uova. L'incubazione delle uova(di numero variabile da 20 fino a 80) si protrarrà per circa 5 settimane, per salvare il numero maggiore di avannotti occorrerà spostare la femmina oramai prossima al rilascio in una vasca a parte e una volta rilasciati i nuovi nati farli crescere da soli altrimenti sarebbero facile preda degli esemplari adulti.

Informazioni utili

dimensioni min vasca:
250x60x60
numero min di esemplari:
8
coppia formata:
no
taglia max in acquario:
40
dimorfismo sessuale:
no
riproduzione:
Incubatore orale
livelli di nuoto:
Tutti i livelli
ph:
8-9,5
aggressività v/conspecifici:
Aggressivo
temperamenti v/coinquilini:
Abbastanza aggressivo
difficoltà di allevamento:
3
regimi alimentari:
Carnivoro
famiglia:
Ciclidi
durezza acqua:
Molto dura