Differenze morfologiche tra esemplari:
I maschi sono più piccoli e hanno le pinne di un rosso più intenso rispetto alle femmine.
Comportamento in habitat naturale:
Questo piccolo pesce abita le zone costiere della regione indonesiana dove lo si può trovare sia in acque dolci che lievemente salmastre, il Dermogenys Pusillus si sposta tra la vegetazione sommersa alla costante ricerca di piccoli insetti, larve ed invertebrati, i maschi sono molto aggressivi ed intolleranti tra di loro.
Comportamento in acquario:
Pesce decisamente molto particolare da allevare in acquario che costituisce una sfida stimolante per qualunque acquariofilo dotato di buona esperienza. Per allevare al meglio il Dermogenys Pusillus occorrerebbe introdurre un gruppo formato da un maschio e 2-3 femmine in una vasca di piccole-medie dimensioni, chiusa(siamo di fronte ad un ottimo saltatore!), arredata con piante sia radicate sul fondo che galleggianti, con una debole corrente e con compagni di vasca non troppo aggressivi ed irruenti e che soprattutto occupino la zona medio-bassa dell'acquario(rasbore, ciprinidi, piccoli pesci gatto). Particolare attenzione bisogna riservarla all'alimentazione in quanto il Dermogenys Pusillus accetta di malavoglia il cibo secco preferendo cibo vivo o congelato, occorreranno dunque molto tempo e molta pazienza da dedicare a questo aspetto per nutrire adeguatamente questo pesce.
Alimentazione in acquario:
Cibo vivo, congelato, liofilizzato(chironomus, dafnie, artemia).
La riproduzione:
Il maschio feconderà le uova all'interno del corpo della femmina la quale le incuberà fino a quando i piccoli non saranno completamente formati, solo allora inizierà ad espellerli, a volte quest'ultima fase si esaurisce in poche ore mentre a volte può durare diversi giorni. I piccoli appena espulsi misurano circa 8-9 mm ma non saranno molto mobili ed è per questo che nei primi giorni la vasca dovrà vedere una abbondante presenza di cibo vivo in modo che gli avannotti riescano comunque a nutrirsi, molto utile si rivelerà una vasca particolarmente bassa(circa 10cm)nella quale il cibo non avrà occasione di disperdersi troppo rimanendo a disposizione dei nuovi nati. Visto che gli adulti non esiteranno a predare la prole quest'ultima dovrebbe essere trasferita in un'altra vasca a loro dedicata.

Informazioni utili

dimensioni min vasca:
60x30x45
numero min di esemplari:
3
coppia formata:
no
taglia max in acquario:
7
dimorfismo sessuale:
si
riproduzione:
Oviparo
livelli di nuoto:
Alto
ph:
7-8
aggressività v/conspecifici:
Pacifico
temperamenti v/coinquilini:
Poco aggressivo
difficoltà di allevamento:
2
tipologie acqua:
Dolce
regimi alimentari:
Carnivoro
famiglia:
Emiranfidi
durezza acqua:
Da media a dura
livelli di temperatura:
25-27