Differenze morfologiche tra esemplari:
In età adulta le femmine presentano la zona del ventre più tozza rispetto ai maschi.
Comportamento in habitat naturale:
Il Pangio pangia è distribuito in India, Bangladesh e Birmania dove abita principalmente laghi o corsi d'acqua caratterizzati da fondali fangosi e una abbondante presenza di vegetazione sommersa, vive in gruppi numerosi ed è attivo principalmente nelle ore notturne dove esce a caccia di insetti, larve e piccoli invertebrati.
Comportamento in acquario:
Per allevare con successo il Pangio pangia è bene tenere a mente la sua indole gregaria e quindi non bisognerebbe mai introdurre meno di 6 esemplari in una vasca di medie dimensioni arredata con fondo soffice, abbondante vegetazione e la presenza di legni, pietre o radici in modo da creare anfratti che verranno utilizzati da questo pesce come rifugio diurno, come coinquilini sono indicate specie di anabantidi, caracidi e ciprinidi che occupino la parte medio-alta della vasca. Per la salute del Pangio pangia è molto importante che la temperatura rimanga costante intorno ai 25 gradi, escursioni troppo elevate sai verso l'alto che verso il basso potrebbero accorciare sensibilmente il ciclo vitale di questo cobitide.
Alimentazione in acquario:
Cibo secco, congelato(tubiflex, chironomus, dafnie), pastiglie per pesci di fondo.
La riproduzione:
Non si hanno informazioni dettagliate riguardo a riproduzioni avvenute in cattività.

Informazioni utili

dimensioni min vasca:
60x30x45
numero min di esemplari:
6
coppia formata:
no
taglia max in acquario:
6
dimorfismo sessuale:
si
riproduzione:
Oviparo
livelli di nuoto:
Basso
ph:
6-7
aggressività v/conspecifici:
Pacifico
temperamenti v/coinquilini:
Pacifico
difficoltà di allevamento:
1
tipologie acqua:
Dolce
regimi alimentari:
Onnivoro
famiglia:
Cobitidi
durezza acqua:
Da tenera a media
livelli di temperatura:
24-26