Comportamento in habitat naturale:
Distribuito in tutta l'area del lago questo ciclide si può trovare ad una profondità variabile dai pochi metri fino ad acque prossime ai 100 metri dove conduce una vita gregaria in banchi che possono contare anche centinaia di individui, nonostante questo sono stato osservati anche esemplari solitari muoversi in ambiente roccioso. Si tratta di una specie parassita in quanto si nutre principalmente di scaglie di altri pesci.
Comportamento in acquario:
La difficoltà di allevamento di questa specie risiede nel fatto che in natura si ciba delle scaglie di altri pesci e quindi gli esemplari selvatici necessitano di un periodo di acclimatamento per accettare altro cibo. Sembra che i risultati migliori si ottengano con esemplari giovani nati in cattività introdotti in un acquario di grandi dimensioni meglio se da soli o comunque assieme a ciclidi dall'indole più aggressiva degli stessi plecodus paradoxus.
Alimentazione in acquario:
cibo secco e congelato(gamberetti, tubiflex, chironomus).
La riproduzione:
Non ci sono particolari informazioni riguardo alla riproduzione salvo che si tratta di un incubatore orale bi-parentale.

Informazioni utili

dimensioni min vasca:
250x60x60
numero min di esemplari:
6
coppia formata:
no
taglia max in acquario:
30
dimorfismo sessuale:
no
riproduzione:
Incubatore orale
livelli di nuoto:
Medio-alto
ph:
8-9,5
aggressività v/conspecifici:
Aggressivo
temperamenti v/coinquilini:
Molto aggressivo
difficoltà di allevamento:
3
regimi alimentari:
Carnivoro
famiglia:
Ciclidi
durezza acqua:
Molto dura
livelli di temperatura:
23-27