Differenze morfologiche tra esemplari:
Le femmine hanno il corpo più tondeggiante e sono leggermente più grandi dei maschi i quali sfoggiano una livrea decisamente più accesa specialmente durante il periodo riproduttivo.
Comportamento in habitat naturale:
Il Puntius padamya proviene dalla parte centrale della Birmania dove vive prevalentemente in acque chiare e ricche di ossigeno con scarsa presenza di piante e fondali caratterizzati dalla presenza di ciottoli e massi di varie dimensioni, ultimamente si segnala la sua presenza anche in Sri Lanka e Thailandia. Questo ciprinide vivace e robusto vive in gruppi numerosi e si ciba di alghe, insetti, larve e piccoli invertebrati, il soprannome di “barbo di Odessa” deriva dalla prima riproduzione in cattività che è stata ottenuta appunto nella città dell'Ucraina teatro di tale evento. Il Puntius padamya è spesso confuso con il puntius ticto e il puntius stoliczkanus, entrambi hanno una livrea simile tanto che in passato venivano classificati sotto l'unico appellativo di pintius ticto, attualmente sono stati riconosciuti come appartenenti a specie diverse anche se purtroppo molti allevatori non esitano ad ibridare le tre specie in oggetto per cercare di ottenere livree sempre più accattivanti.
Comportamento in acquario:
L'allevamento di questo pacifico, vivace e robusto ciprinide non presenta particolari problematiche a patto di inserirlo in una vasca con fondo di sabbia o ghiaia scura, qualche roccia ai lati ed eventualmente piante a foglia robusta, tanto spazio per il nuoto e con compagni di vasca di temperamento e taglia simile, l'acquario inoltre dovrà essere chiuso in quanto non è raro che il Puntius padamya compia balzi fuori dall'acqua.
Alimentazione in acquario:
Cibo secco, congelato(tubiflex, chironomus, dafnie), cibo vegetale.
La riproduzione:
La femmina ed il maschio rilasciano simultaneamente uova e sperma che si andranno a depositare sul fondale, o si attaccheranno alla vegetazione sommersa, dove saranno abbandonate al loro destino in quanto i genitori si disinteresseranno delle uova e addirittura se ne ciberanno se riusciranno ad individuarle sul substrato. Per questo motivo una volta deposte le uova gli adulti dovrebbero essere spostati in un'altra vasca per consentire alle uova di schiudersi ed agli avannotti di svilupparsi senza essere predati. Per l'accrescimento dei piccoli è necessario somministrare naupli di artemia e cibo micronizzato.

Informazioni utili

dimensioni min vasca:
80x35x45
numero min di esemplari:
10
coppia formata:
no
taglia max in acquario:
5
dimorfismo sessuale:
si
riproduzione:
Oviparo
livelli di nuoto:
Medio
ph:
6-8,5
aggressività v/conspecifici:
Pacifico
temperamenti v/coinquilini:
Poco aggressivo
difficoltà di allevamento:
1
tipologie acqua:
Dolce
regimi alimentari:
Onnivoro
famiglia:
Ciprinidi
durezza acqua:
Da media a dura
livelli di temperatura:
16-25