Comportamento in habitat naturale:
La diffusione del pygocentrus piraya comprende esclusivamente il bacino idrografico del Rio Sao Francisco nella foresta amazzonica brasiliana, con i suoi 60 cm di taglia massima è il rappresentante di pygocentrus più grande ed è considerato pericoloso anche per l'uomo. Vive in piccoli gruppi ed ha sviluppato una tecnica di caccia basata sull'imboscata, infatti succede di frequente che tutto il gruppo rimanga nascosto e dopo che uno o due esemplari hanno ferito la preda tutti gli individui si uniranno al banchetto.
Comportamento in acquario:
Anche se in natura può raggiungere i 60 cm in acquario questa specie rimane sensibilmente più piccola superando di poco i 30 cm, il suo allevamento può avere successo in vasche che prevedano almeno 150 lt ad esemplare e l'ideale sarebbe partire da un gruppo di giovani di almeno 3-4 individui. La vasca dovrebbe essere arredata con numerose rocce(non taglienti), legni, radici e piante che possano formare nascondigli in quanto in acquario questi pesci risultano molto timidi e timorosi, la convivenza con altri inquilini risulta impossibile fatto salvo con altre varietà di pygocentrus anche se la cosa non è per nulla naturale in quanto in natura questi pesci non vivono a stretto contatto.
Alimentazione in acquario:
Pesci, carne(non maiale e comunque con moderazione) gamberi, pellet per carnivori.
La riproduzione:
Non si hanno informazioni riguardo a riproduzioni avvenute in cattività.

Informazioni utili

dimensioni min vasca:
200x60x60
numero min di esemplari:
4
coppia formata:
no
taglia max in acquario:
60
dimorfismo sessuale:
no
riproduzione:
Deposizione in substrato
livelli di nuoto:
Tutti i livelli
ph:
5,5-7,5
aggressività v/conspecifici:
Molto aggressivo
temperamenti v/coinquilini:
Molto aggressivo
difficoltà di allevamento:
3
tipologie acqua:
Tenera
regimi alimentari:
Carnivoro
famiglia:
Serrasalmidi
durezza acqua:
Dolce
livelli di temperatura:
24-30