Differenze morfologiche tra esemplari:
I maschi oltre ad avere una livrea più appariscente hanno il secondo raggio delle pinne anale e dorsale più sviluppati rispetto alle femmine.
Comportamento in habitat naturale:
Il Telmatherina ladigesi è presente in Indonesia nell'isola di Celebes, si trova nelle acque calme che scorrono nei pressi dell'intricata giungla del Sulawesi, questo pacifico pesce si sposta in gruppi numerosi alla costante ricerca di insetti, larve e piccoli invertebrati anche in lagune spesso salmastre. Recentemente questo pesce da sempre associato alla famiglia degli aterinidi è stato incluso in una nuova famiglia, i telmaterinidi(appartenenti all'ordine degli aterinidiformi), tutti quanti provenienti dall'arcipelago indonesiano dei quali il telmatherina ladigesi è l'esponente di spicco in campo acquariofilo.
Comportamento in acquario:
Per allevare al meglio il Telmatherina ladigesi occorre disporre di una vasca di circa 100 cm di lato in quanto questo pesce è un vivace e attivo nuotatore, occorrerebbe introdurre un gruppo di almeno 6-10 individui in una vasca arredata con abbondante vegetazione che però lasci ampio spazio per il nuoto, una corrente moderata ed una buona illuminazione, come coinquilini sono indicati ciprinidi di taglia e temperamento simile nonché altre specie come piccoli locaridi che occupano una diversa zona dell'acquario. Fondamentale per la salute e la sopravvivenza di questo pesce è la qualità dell'acqua che deve essere priva di sostanze tossiche e siccome il Telmatherina ladigesi vive spesso in ambienti salmastri l'aggiunta di una piccola quantità di sale da cucina non potrà che favorirne il benessere a patto che tutta la popolazione della vasca tolleri questa lieve salinità.
Alimentazione in acquario:
cibo secco e congelato(gamberetti, mysis, chironomus), cibo vivo.
La riproduzione:
La femmina rilascerà quasi giornalmente per un periodo di circa un mese piccole quantità di uova che saranno fecondate dal maschio e aderiranno alle foglie più sottili delle piante, successivamente entrambi i genitori potrebbero predare sia le uova che le larve e quindi per avere una buona probabilità di successo nella riproduzione dovranno essere rimosse e poste in un'altra vasca, dopo la schiusa le larve dovranno essere alimentate con cibo micronizzato e naupli di artemia.

Informazioni utili

dimensioni min vasca:
100x45x45
numero min di esemplari:
8
coppia formata:
no
taglia max in acquario:
8
dimorfismo sessuale:
si
riproduzione:
Oviparo
livelli di nuoto:
Medio
ph:
7-8
aggressività v/conspecifici:
Poco aggressivo
temperamenti v/coinquilini:
Poco aggressivo
difficoltà di allevamento:
3
tipologie acqua:
Dolce
regimi alimentari:
Carnivoro
famiglia:
Aterinidi
durezza acqua:
Da media a dura
livelli di temperatura:
22-28